Conferenza: fallimento imprenditoriale, verso soluzioni efficaci e concrete.

Mercoledì 10 luglio, la conferenza sulle disfunzioni nei procedimenti giudiziari, in particolare nei procedimenti di liquidazione giudiziaria, si concentrerà su una dimensione europea. A Strasburgo sarà istituita ufficialmente una "Federazione europea della giustizia legittima". E non è tutto.

Soluzione ? Concreta ? Foto: 3D Realty handshake.jpg / lumaxart / Wikimedia Commons / CC-BY-SA 3.0

(Luciano Murgia / Red) – Il convegno “360 gradi intorno all’imprenditore” organizzato dall’Association Aide Entreprise – Observatoire des Suicides et des Difficultés des (ex) Entrepreneurs et Indépendants (OSDEI), si concentra sulla stigmatizzazione del fallimento imprenditoriale che, contrariamente alla mentalità anglosassone, impedisce una reale reintegrazione di coloro che hanno fatto la scelta, un giorno, di lavorare in qualità di autonomi. Tuttavia, tale reintegrazione costituirebbe un reale valore aggiunto per lo Stato e per le persone interessate, consentendo loro di sfuggire da procedure spesso presenti in ogni spazio vitale.

Considerando i diversi approcci attualmente adottati da questa associazione di esperti volontari, il lavoro sembra, contro ogni aspettativa, dare i suoi frutti. Mercoledì, l’Associazione Aide Entreprise entra in una nuova dimensione del suo lavoro. Durante la conferenza “a 360 gradi intorno all’imprenditore”, i legami tra le associazioni francesi e italiane saranno rafforzati dall’ufficializzazione di una “Federazione Europea di Giustizia Legittima”.

In occasione di questa conferenza, Aide Entreprise sarà la prima associazione europea ad aderire alla Federazione, il cui obiettivo è quello di sostenere le micro piccole imprese e i cittadini in difficoltà mettendo in rete, per poter dare, per la prima volta, attraverso petizioni, referendum, attività mediatiche e ricorsi collettivi, una voce alle persone sottoposte a queste procedure.

Brigitte Vitale, Presidente dell’Aide Entreprise, non solo presenterà la prima relazione dell’OSDEI, scritta con un gruppo di esperti che sarà presente e risponderà alle domande del pubblico, ma spiegherà anche l’approccio che ha adottato nei confronti del Ministero della Giustizia e dell’Assemblea Nazionale.

Sergio Bramini, Consigliere del Ministero dell’Economia italiano, non verrà da solo a Strasburgo. Con lui, una delegazione di associazioni e imprenditori italiani incontrerà i loro omologhi francesi e il simbolismo di questo incontro è chiaro: è nella capitale europea Strasburgo che sarà lanciata questa nuova federazione europea. Una petizione europea a favore delle micro e piccole imprese (che sono ancora il tessuto più importante per l’occupazione e la formazione professionale) sarà lanciata anche da Sergio Bramini.

In questa conferenza europea, esperti OSDEI provenienti da diversi settori come il diritto, la medicina, la psichiatria e i media presenteranno nuovi approcci tangibili per uscire da queste crisi che, su scala europea, distrugge centinaia di migliaia di posti di lavoro ogni anno, causa decine di migliaia di gravi malattie, causa tragedie individuali e familiari rappresentando quindi, un costo economico e sociale enorme.

Nel pomeriggio, il vicepresidente dell’Assemblea nazionale Sylvain Waserman risponderà alle domande formulate nel titolo del suo intervento – “Quali azioni e soluzioni concrete? ».

Inoltre, il pubblico franco-italiano avrà modo di interagire attraverso istanze e scambio di opinioni con gli esperti che risponderanno direttamente alle domande durante le varie sessioni di questa conferenza. Potete consultare il programma di questa conferenza e l’elenco dei relatori cliccando su QUESTO COLLEGAMENTO. Dato il gran numero di partecipanti, l’iscrizione è obbligatoria ed è valida una sola volta confermata dagli organizzatori. Registrazioni : CLICCA SU QUESTO LINK!

Kommentar hinterlassen

E-Mail Adresse wird nicht veröffentlicht.

*



Copyright © Eurojournaliste